Emergenza sanitaria alla casa circondariale di Siano, l’Asp delibera l’assunzione di dieci infermieri da mandare a supporto. Dichiarazione di Amalia Talarico, della segreteria provinciale della Fp-Cgil Area Vasta di Catanzaro-Crotone-Vibo

CATANZARO – 29 MARZO 2021. "La problematica relativa al personale sanitario in forze alla Casa circondariale di Catanzaro, che ha visto un aumento esponenziale dei contagi da covid 19 sulle spalle dei 12 infermieri e degli 8 oss in servizio alla struttura che ospita in media 700 persone, si è conclusa in maniera positiva con il rispetto degli impegni assunti dal commissario dell'Asp, Luisa Latella. E', infatti, di qualche giorno fa la delibera con cui viene approvata la graduatoria, con contestuale conferimento degli incarichi, di 15 infermieri da assumere a tempo determinato per fare fronte all'emergenza covid: 10 saranno destinati al carcere di Catanzaro". Da darne notizia è Amalia Talarico, della segreteria provinciale della Fp-Cgil Area Vasta di Catanzaro-Crotone-Vibo.

"Grazie all'impegno della Fp CGIL Area Vasta di Catanzaro-Crotone-Vibo - sempre attenta alle problematiche dei lavoratori del comparto, rimasta vicina al personale sanitario nella casa circondariale di Catanzaro dall'inizio della vertenza - e alla collaborazione dell'Asp, siamo arrivati in tempi brevi all'individuazione della migliore delle soluzioni possibili – afferma ancora Talarico -. Queste assunzioni indirizzate alla Casa circondariale saranno in grado di sostenere gli operatori sanitari costretti da anni a lavorare in condizioni precarie: in seguito all'insorgere del focolaio che ha portato nella struttura di oltre 80 contagi, infermieri e oss hanno potuto contare solo sul proprio senso del dovere e sulla propria professionalità per garantire a tutti il diritto alle cure. Riconosciamo, in questo caso, l'impegno dell'Asp con cui abbiamo avuto un confronto franco e costruttivo: e come ogni volta che si innesta un percorso dialettico finalizzato all'interesse dei lavoratori, come sindacato esprimiamo tanto gli aspetti positivi quanto quelli negativi che possono emergere. In questo caso con piacere, proprio perché vengono rispettate le esigenze dei lavoratori, siamo in grado di sottolineare il ruolo fattivo dell'Asp nella risoluzione della vertenza, alle condizioni date".