Pitaro: "E’ necessario potenziare il reparto Rianimazione dell’Ospedale di Catanzaro"

Il reparto di Anestesia-Rianimazione dell'Ospedale Pugliese-Ciaccio di Catanzaro sta paradossalmente perdendo pezzi anziché essere rinforzato, come richiederebbe il drammatico frangente storico che stiamo vivendo in cui l'emergenza sanitaria impone una congrua presenza di anestesisti per far fronte al malessere registrato nelle terapie intensive a causa del Covid-19.

Il reparto, carente di personale, è stato di recente illogicamente depotenziato, concedendo allontanamenti in altri reparti di figure professionali altamente qualificate senza tener conto dei disagi provocati in termini di organizzazione del reparto ma soprattutto nel poter garantire cure adeguate ai pazienti.

Nella delicata situazione pandemica che la nostra regione sta vivendo con enormi difficoltà data la scarsa efficienza del sistema sanitario e in cui si è reso necessario fare appello a medici in pensione o giovani medici laureati per debellare il virus, dannosa e irragionevole appare la decisione di privare di figure indispensabili un reparto che affronta quotidianamente casi di emergenza-urgenza.

Pertanto  occorre che l'Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio provveda con immediatezza al potenziamento del personale medico del reparto di Anestesia-Rianimazione, in pieno rispetto dell'imprescindibile e primario diritto alla salute, per scongiurare pericolose conseguenze ai danni della comunità.