Decollatura: oltre a Lista Unica saranno in campo, quasi certamente, Progetto Civico e il raggruppamento fra PD, amici di Beppe Grillo, Agorà e Sbarracibbia.

 

Quasi certamente saranno tre le liste in campo per le prossime elezioni comunali, che dovrebbero tenersi a fine settembre o inizio ottobre, e dalle "videoconferenze carbonare" incominciano a filtrare certezze e   ipotesi di lavoro.

Le certezze provengono da Lista Unica che, ovviamente, è la più avanti nella definizione della Lista trattandosi della prosecuzione e miglioramento di un progetto politico avviato nel 2018 che è stato temprato nelle battaglie politiche portate avanti nei quasi tre anni dell'amministrazione Brigante.

"Noi siamo pronti – dichiarano i promotori Gigi De Grazia e Mario Perri – perché il nostro lavoro è stato più facile vista la nostra presenza politica consolidata negli anni e le battaglie portate avanti negli ultimi anni contro una gestione affaristica e dannosa per il paese.

I nostri candidati sono tutte persone che condividono l'idea che si va in comune per amministrare e risolvere i problemi dei cittadini e non per arraffare il più possibile e sono stati individuati fra gli ex amministratori di Paese Mio, fra i candidati della Lista Unica del 2018 ed i sostenitori convinti delle battaglie portate avanti contro il malgoverno di questo paese.

In questo momento stiamo facendo silenzio per non disturbare il lavoro sotterraneo e virtuale delle altre due liste che noi vogliamo che si concludano con l'indicazione dei due candidati Sindaci e degli esponenti più autorevoli che ancora tardano ad essere ufficializzati immaginiamo per motivi legati agli equilibri di potere ed ai pesi e contrappesi imposti dall'interno e dagli sponsor esterni. Subito dopo l'ufficializzazione degli altri candidati Sindaco presenteremo pubblicamente, covid permettendo, la nostra Lista." 

Indiscrezioni dal mondo delle videoconferenze danno per riallacciato il rapporto fra PD, amici di Beppe Grillo, Agorà e Sbarracibbia, che sembrava essersi sfilacciato per la poca prudenza di qualche neofita che pretendeva di imporre il candidato Sindaco senza tenere conto della collegialità e della rappresentatività di gruppi e partiti politici, Anche i rigidi principi di correttezza e trasparenza, portati avanti da gruppi che della trasparenza hanno fatto una bandiera, possono essere "indigesti" per chi è abituato alla "disinvoltura" negli affari (cosa che può essere accettata perché il fine di ogni attività imprenditoriale è il profitto) e nella attività sociali dove la correttezza dovrebbe essere assoluta.

Passando al campo di Progetto Civico per Decollatura non si hanno novità sulla indicazione del Sindaco ed il duo Cerra – Spagnuolo non si sbilanciano e cercano, ovviamente di portare avanti un lavoro corale, senza indicazione dei ruoli, per evitare che, in un progetto civico che ha una componente di estrema sinistra e una di destra, chi non vede soddisfatte le proprie ambizioni possa defilarsi, come è sempre successo dappertutto, e magari saltare su un altro carro dove già sono suoi familiari stretti.

Un ultimo riferimento o una quasi certezza riguarda la sigla "Decollatura Pulita" che dovrebbe essere un semplice account di una o più persone che vogliono togliersi i sassolini dalle scarpe e si preparano a vivacizzare la campagna elettorale sui social.