Intervento Video di Salvatore Staine sulla strada che non c'è: spesi oltre 100 milioni di euro e realizzati solo quattro km

 


Pubblichiamo un intervento del prof. Salvatore Staine, candidato con De Magistris, sulla "strada che non c'è" ed il link al video realizzato sul posto.  

"Oggi siamo qui a parlare della strada che non c’è, importante arteria che avrebbe dovuto collegare 25 paesi del Medio Savuto e Del Reventino.

L’arteria, che è passata di competenza Anas da circa due anni, doveva sostituire la s.s.19 (ormai obsoleta, inadeguata, piena di divieti, strettoie e dai tempi di percorrenza lunghissimi) e togliere dall’isolamento più di venticinque comuni collegandoli alle vie di comunicazioni più importanti e strategiche della regione (a nord l’autostrada A2 e a sud la S.S. 280 dei Due Mari).

L’arteria avrebbe dovuto consentire un collegamento veloce alternativo all’autostrada tra Cosenza e Catanzaro e dare risposta alle richieste di un territorio che ha nella mobilità uno dei principali problemi.

Il percorso originario, lungo 30 Km, è stato suddiviso in 3 lotti, il primo in fase di realizzazione da oltre 30 anni e gli altri due neanche progettati. Dopo oltre 30 anni e dopo aver speso 100 milioni di euro e dopo multiple inaugurazioni sono percorribili solo circa 4 km.

Io mi impegnerò sia, per il completamento del primo tratto di competenza della provincia di Catanzaro, sia affinché il 2 e 3 tratto vengono inseriti nel piano regionale delle opere pubbliche e finanziata al più presto con fondi europei o altro.

Non possiamo più parlare di sviluppo delle aree interne se non si affronta il problema del ritardo infrastrutturale, lo spopolamento delle aree interne è dovuto soprattutto a questo."

Un ringraziamento doveroso va al comitato la strada che non c’è che in tutti questi anni ha tenuto viva l’attenzione su questa opera fondamentale per lo sviluppo del nostro territorio."

Apri il video