Torna «A Palazzo con lo Scrittore» con Alessandro Bianchi L’ex ministro ospite sabato a Palazzo Bevilacqua di Curinga

 

Ritorna sabato 11 settembre alle ore 18.00 nella settecentesca cornice di Palazzo Bevilacqua di Curinga «A Palazzo con lo Scrittore», la raffinata rassegna culturale ideata e diretta da Raffaele Gaetano che vede protagonisti affermati scrittori (letterati, filosofi, poeti, giornalisti, scienziati), ospiti nei palazzi storici privati della regione che per l'occasione aprono le porte al pubblico.

Il terzo e ultimo appuntamento vedrà protagonista Alessandro Bianchi, tra i maggiori urbanisti italiani, già Rettore dell'Università Mediterranea di Reggio Calabria e dell'Università telematica Pegaso, Ministro dei Trasporti, socio onorario della Società Geografica Italiana, membro dell'Accademia di Scienze economiche e Finanziarie di Spagna, Presidente del Comitato Scientifico dell'UNIMED-Unione delle Università del Mediterraneo, Componente del Comitato di Presidenza della SVIME, Presidente del Consorzio Cultura&Innovazione. Insomma, nello stille del cartellone, una personalità di assoluto rilievo.

Scenario del dialogo con Raffaele Gaetano, Rigenerare bellezza, dedicato a un tema attualissimo come la rigenerazione dell'enorme patrimonio edilizio dismesso e in stato di progressivo degrado: interi quartieri, complessi industriali, stazioni ferroviarie e molte altre cose che deturpano l'immagine degli ambienti in cui si trovano, ne inficiano la funzionalità e creano problemi di gestione.

Ma la rassegna «A Palazzo con lo Scrittore» allinea anche altri preziosi momenti come richiamare alla memoria la storia del Palazzo, affidata a uno storico dell'arte e la degustazione di vini di eccellenza della cantina Ippolito 1845.

La seconda edizione del cartellone si sta dipanando in alcune antiche e raffinate dimore storiche calabresi: Palazzo Passalacqua Marasco di Soveria Mannelli, Villa Cefaly Pandolphi di Acconia di Curinga e Palazzo Bevilacqua di Curinga. Tre eventi imperdibili per una totale immersione tra mobili di pregio, opere d'arte e giardini lussureggianti.

La rassegna, che gode del prestigioso patrocinio dell'Associazione Dimore Storiche Italiane, si è resa possibile grazie al sostegno di aziende private che credono fortemente nei progetti culturali di eccellenza: Arpaia, Credito Centro Calabria, Forgest, Mercadò.